Palazzo Ducale

Palazzo Ducale anmeldelser, Sabbioneta

Palazzo Ducale
4
Historiske steder • Severdigheter og landemerker • Arkitektoniske bygninger
Turer og opplevelser
Finn forskjellige måter å oppleve dette stedet på.

4.0
220 anmeldelser
Ypperlig
74
Svært bra
86
Gjennomsnittlig
45
Dårlig
14
Forferdelig
1

Turista111
Italia726 bidrag
Il più importante edificio della città
aug. 2021
Sabbioneta è stata dichiarata dall'Unesco nel 2008, insieme a Mantova, Patrimonio Mondiale dell'Umanità come esempio della città ideale rinascimentale.
Sabbioneta è stata costruita in poco più di 30 anni su volere di Vespasiano Gonzaga come città militare, residenziale, corte cittadina e rurale.
Il palazzo Ducale è stato il primo edificio della città, dimora del Duca quando era al governo. Nella Sala delle Aquile ci sono quattro state equestri in legno, uniche superstiti della famosa Cavalcata.
Skrevet 9. august 2021
Denne anmeldelsen er den subjektive meningen til et Tripadvisor-medlem og ikke fra TripAdvisor LLC.

Jake23
New Jersey6 075 bidrag
Nice square
jun. 2021 • Par
Sabbioneta is an interesting little town with Renaissance architecture. If you are in the area it’s worth the stop, but don’t go out of your way. The piazza ducal is nice and very large lined with shops.
Skrevet 27. juli 2021
Denne anmeldelsen er den subjektive meningen til et Tripadvisor-medlem og ikke fra TripAdvisor LLC.

Fabio M
374 bidrag
Un tesoro rinascimentale
jul. 2021
Piccolo gioiello del rinascimento padano; l'ottima guida distribuita all'ingresso lo fa seguire stanza per stanza. Spettacolare il salone che conserva le residue sculture dei cavalieri gonzagheschi.
Skrevet 5. juli 2021
Denne anmeldelsen er den subjektive meningen til et Tripadvisor-medlem og ikke fra TripAdvisor LLC.

Valentina M
Cogorno, Italia1 013 bidrag
Da non perdere
jun. 2021 • Par
In una città che è patrimonio dell'umanità ogni singolo palazzo è degno di visita. Abbiamo fatto una sosta veloce ma comunque visitato questa piccola perla, un po' nascosta dai soliti itinerari turistici, ma per questo da valorizzare al massimo. All'infopoint si può fare il biglietto cumulativo da 15 euro e con questo visitare tutti i tesori della città. Palazzo Ducale,in primis, voluto da Vespasiano Gonzaga, è davvero una bellissima scoperta. I soffitti sono eccezionali, all'interno c'è anche una interessante mostra di abiti dell'epoca, desunti dai ritratti di questi personaggi storici. Da non perdere.
Skrevet 14. juni 2021
Denne anmeldelsen er den subjektive meningen til et Tripadvisor-medlem og ikke fra TripAdvisor LLC.

FrankieBergamo
Bergamo, Italia121 bidrag
Non vale la visita
feb. 2020
In Italia ne abbiamo di molto più belli.
In generale Sabbioneta è stata una delusione. Anche le mura che la circondano sono basse e per niente maestose
Skrevet 17. februar 2020
Denne anmeldelsen er den subjektive meningen til et Tripadvisor-medlem og ikke fra TripAdvisor LLC.

Anna1961
San Lazzaro di Savena, Italia8 356 bidrag
Si può vedere, ma nulla di trascendentale.
feb. 2020
Non mi ha entusiasmato..Carina la sala dei cavalli, per il resto poca roba. Affreschi rovinati e illeggibili e difficilmente interpretabili, mezz'oretta per una occhiata e via.
Skrevet 10. februar 2020
Denne anmeldelsen er den subjektive meningen til et Tripadvisor-medlem og ikke fra TripAdvisor LLC.

88monique
Milano, Italia4 466 bidrag
Ingresso a palazzo.
des. 2019 • Par
Dopo aver visitato i palazzi ducali di Mantova e di Ferrara non siamo rimasti particolarmente impressionati dalla visita di quello di Sabbioneta che appare meno elegante nella raffigurazione pittorica e nella struttura complessiva dell' edificio. Venne ricostruito dopo la morte di Diana Cardona , prima moglie di Vespasiano Gonzaga morta in circostanze misteriose, forse avvelenata in quanto incapace di dare una discendenza al coniuge, e fu la residenza ufficiale dei signori di Sabbioneta.Ricordiamo solo le stanze più interessanti. A piano terra la "sala di Diana" che si contraddistingue per le pitture a grottesche realizzate da un maestro vicino alla maniera di Giulio Romano. Il tema centrale è quello della caccia con particolare riferimento al mito di Diana ed Atteone, mentre nelle lunette a grottesca , sulla volta, la raffigurazione mitologica ha lo scopo di celebrare le virtù di Vespasiano Gonzaga. Al piano nobile ricordiamo il "salone delle Aquile" ove sono esposte le quattro statue equestri della "Cavalcata"sovravvissute al violento incendio del 1815. La statua centrale raffigura Vespasiano Gonzaga in armatura da parata mentre indossa il collare dell' ordine del Toson d' oro, di cui fu insignito nel 1585. Interessante anche la "galleria degli antenati "con la volta a botte ed un fregio dai decori preziosi realizzati da un seguace di Giulio Romano.Si osservano ventun bassorilievi a stucco realizzati intorno al 1567 con le effigi dei membri della famiglia Gonzaga. Nella" sala degli elefanti " , purtroppo in parte mal conservata, i pachidermi portano al collo catene dorate accompagnate da un versetto dell' Eneide che fa riferimento alla potenza degli dei in grado di dominare la forza di animali possenti , alludendo alla capacità del principe di governare il popolo con la ragione e le leggi. Da non perdere la" sala degli Ottagoni e dei Grappoli ". Entrate con lo sguardo rivolto ai bellissimi soffitti a cassettoni in cedro del Libano intagliati e decorati con motivi vegetali e floreali e foglie d' acanto da cui pendono grappoli d' uva a tutto tondo. Merita la visita come tappa conoscitiva della storia della famiglia Gonzaga.
Skrevet 21. desember 2019
Denne anmeldelsen er den subjektive meningen til et Tripadvisor-medlem og ikke fra TripAdvisor LLC.

Tommaso612
Roma, Italia448 bidrag
Il fulcro di un piccolo ducato
okt. 2019
Sabbioneta fu fondata nella seconda metà del XVI secolo, per volontà del duca Vespasiano Gonzaga, figlio di Luigi e di Isabella Colonna. Una delle prime iniziative del duca fu la costruzione di un grande palazzo ove poter risiedere con la famiglia.
Nacque così il Palazzo ducale di Sabbioneta (anche detto “Palazzo Grande”) sul lato nord ovest dell’omonima piazza, centro politico, amministrativo e culturale del piccolo stato omonimo. La facciata presenta al livello inferiore un elegante loggiato in bugnato rustico, con balaustra rialzata e scalone frontale. Il cosiddetto “piano nobile” (con gli appartamenti ducali e le sale di rappresentanza) presenta una fila di finestre a timpano alternativamente triangolare e semicircolare, con al centro un grazioso balconcino. I busti sopra ogni finestra raffigurano, forse, i maggiori esponenti della casata. Un marcato cornicione corona l’intera struttura, sul tetto della quale si erge la caratteristica torretta finestrata, anch’essa scandita da due livelli.
Subito dopo l’ingresso si apre un ampio salone sorretto da due colonne. Sino agli anni ’70 del secolo scorso partiva da qui un imponente scalone che consentiva la salita al piano nobile; il manufatto fu smantellato chissà per quale motivo negli anni seguenti. La “Galleria degli Antenati” raccoglie i ritratti di molti esponenti della casata, tra cui lo stesso Vespasiano, la sua seconda moglie Anna Trastamara d’Aragona (che il duca, per gelosia, fece rinchiudere nel castello di Rivarolo sino a farla morire di stenti) e Luigi, l’unico figlio maschio della coppia, venuto a mancare ad appena 14 anni a causa, si dice, delle percosse subite dal padre (ma si tratta solo di un’ipotesi priva di riscontri storici). Da non perdere la “Sala delle Aquile”, con le statue equestri in legno dipinto dei Gonzaga più famosi; attualmente ne sono esposte solo alcune, altre sono andate perdute in un incendio. Notevole quella raffigurante Luigi Gonzaga, detto “Rodomonte” a causa della sua eccezionale prestanza fisica (durante il Sacco di Roma del 1527 salvò papa Clemente VII dalla furia dei Lanzichenecchi, scortandolo al sicuro ad Orvieto). Ludovico I fu colui che nel 1328, sconfiggendo in battaglia Rinaldo dei Bonacolsi, detto il “Passerino”, diede inizio alla signoria dei Gonzaga a Mantova. Il marchese Gian Francesco fu un valente condottiero al servizio della Serenissima. Al centro della sala troneggia la possente figura di Vespasiano in armatura di parata, che reca sul petto il famoso “Toson d’Oro”, la prestigiosa onorificenza conferitagli da Filippo II di Spagna-Asburgo, suo potente amico e protettore. Il riconoscimento è rappresentato anche sul fastoso soffitto della “Sala dei Dardi”.
La “Sala dei Grappoli” era così chiamata per la caratteristica decorazione che pende dal soffitto. Quest’ultimo ambiente e l’attigua “Sala degli Ottagoni” ospitavano la ricca biblioteca del duca, grande cultore delle arti e della letteratura. La collezione libraria è oggi custodita nel convento della vicina Chiesa dell’Incoronata, ove in un grandioso mausoleo, è sepolto il duca stesso. Gli affreschi in stile manierista che decorano le varie sale, talvolta purtroppo assai deteriorati, sono attribuiti ad una serie di artisti locali tra cui il ritrattista Bernardino Campi e Alberto Cavalli (allievo di Giulio Romano). In un ambiente del palazzo è visibile l’albero genealogico dei Gonzaga.
Il duca, morto proprio tra queste sale nel 1591, non lasciò alcun erede maschio; le sue ricchezze, il palazzo e il ducato passarono alla figlia Isabella. Costei, dopo il matrimonio con ricco aristocratico originario della Lucania, se ne andò da Sabbioneta e non vi tornò praticamente più, disinteressandosi degli affari di stato. Dopo di lei il ducato cadde in decadenza e subì per lungo tempo l’influenza degli spagnoli.
Skrevet 13. november 2019
Denne anmeldelsen er den subjektive meningen til et Tripadvisor-medlem og ikke fra TripAdvisor LLC.

marmarodmor
Stradella, Italia134 bidrag
Molto bello
nov. 2019
Sabbioneta è un gioiellino assolutamente da visitare. Il tempo si è fermato ! entrate nel palazzo ducale. Molto bella la sala dei cavalli.
Skrevet 5. november 2019
Denne anmeldelsen er den subjektive meningen til et Tripadvisor-medlem og ikke fra TripAdvisor LLC.

Andre A
Martigues, Frankrike941 bidrag
Beau bâtiment
nov. 2019 • Venner
Beau bâtiment orné de riches plafonds de bois à caissons d'inspiration espagnole, il contient des statues équestres en bois des Gonzague. Ces statues sont impressionnantes et inattendues.
Skrevet 2. november 2019
Denne anmeldelsen er den subjektive meningen til et Tripadvisor-medlem og ikke fra TripAdvisor LLC.

Viser resultatene på side 1-10 av 220
Er det noe som mangler eller er unøyaktig?
Foreslå endringer for å forbedre det vi viser.
Forbedre denne oppføringen
Vanlige spørsmål om Palazzo Ducale

Vi anbefaler å bestille turer i Palazzo Ducale på forhånd for å sikre deg en plass. Om du bestiller med Tripadvisor, kan du avbestille opptil 24 timer før turen begynner for å få full refusjon. Se alle turer 1 Palazzo Ducale på Tripadvisor